Il tuo carrello

Migliaia di prodotti al miglior prezzo della rete solo su Gangolandia
Centinaia di eventi su Gangolandia
Scopri le centinaia di offerte vantaggiose su Gangolandia
Scopri tutti i nostri affiliati

Contabilizzatori, sanzioni solo per chi non ha deliberato

{FOTO.titolo}
22 Nov. 2016

La scadenza dell’installazione dei contabilizzatori di calore si avvicina inesorabilmente e i dubbi aumentano. Al convegno organizzato ad Asti sabato 19 dall’Associazione della proprietà edilizia, in collaborazione con fondazione e collegio geometri e con il patrocinio del Sole 24 Ore, sono emersi però anche alcuni chiarimenti. E sono anche state presentate le prime proposte per il finanziamento delle riqualificazioni energetiche nella provincia, illustrate da Enrico Borgo della Cassa di risparmio di Asti.

Gli edifici «polifunzionali»

Luca Rollino, sollecitato dal presidente di Ape Asti Pier Paolo Bosso, ha richiamato le risposte date in via informale dal ministero dello Sviluppo alle domande presentate daAnaci, Aicarr e Cni su cosa sia l’«edificio polifunzionale», che il Dlgs 102/2014 nomina quale destinatario dell’obbligo di installazione dei contabilizatori: «Per il ministero si tratterebbe - ha detto Rollino, di un edificio destinato a scopi diversi occupato da almeno due utilizzatori con necessità di ripartire la spesa. Quindi, se la fattura energetica va ripartita, l’edificio va sottoposto all’obbligo di contabilizazione e termoregolazione, in caso contrario no», anche se si tratta di una proprietà unica con case solo in affitto. Proprio sulla necessità della ripartizione, però, Rollino ha spiegato che si verifica quasi sempre: «È individuata in base al fatto che nel contratto di locazione sia previsto di pagare a parte l’energia; le eccezioni sono quindi i rari casi di clausole con spese di riscaldamento a forfait». Peraltro, ha puntualizzato Bosso, queste clausole sono nulle e in più il locatore diventerebbe un rivenditore di energia.

L’esenzione

Sulle condizioni di esenzione dall’obbligo dei contabilizzatori Rollino ha puntualizzato il fatto che per l’unica delle due condizioni possibili che sia praticabile, cioè quella della«non convenienza economica» si fa riferimento alla norma Uni 15459. Ma tutto dipende dalla base di partenza dei conteggi: «Quando si considera l’energia necessaria per avere i 20° ovunque per tutta la stagione, la “non convenienza” non c’è mai. Se invece considero la situazione reale (come per le seconde case in montagna) allora in molti casi la convenienza non c’è. In ogni caso questi sono aspetti che vanno supportati da un’analisi ingegneristica».

I controlli

Rossano Cerrato, ispettore dell’Arpa (che farà i controlli), ha anticipato vari aspetti delle verifiche del 2017: «Anzitutto, per le sanzioni da 500 a 2500 euro, dove non c’è l’amministratore sono responsabili i singoli proprietari». Quanto agli inevitabili ritardi (ormai la stagione del riscaldamento è iniziata), secondo Cerrato i lavori potrebbero anche iniziare dopo il 15 aprile 2017, se tutto è stato già predisposto con nomina tecnico, delibera approvata, materiale già ordinato. «E in ogni caso chi non si è mai adeguato ha diritto alla proroga di un anno per la ripartizione della spese».

Quanto all’importo, ha precisato Cerrato, la sanzione sarà sempre di 833 euro, se a fronte dell’ispezione, le prescrizioni a seguito di rilevate anomalie verranno eseguite entro 45 giorni (più 30 di proroga facilmente ottenibile). Altrimenti la Provincia deciderà l’importo a seconda della situazione.

Sui ricorsi contro le sanzioni Bosso ha detto che se la delibera è stata votata, l’incarico al tecnico assegnato e il ritardo è addebitabile solo alle difficoltà dell’impresa, le possibilitàò di vincere ci sono. « .Conservate la Pec della corrispondenza con l’impresa per far vedere l’impossibilità di realizzazione».

Fonte: Quotidiano del Condominio - Il Sole 24 Ore 

Ti serve aiuto? +390809677964 +393934173900 info@studiovillonio.it
Via Fratelli Cervi 70010 Capurso (BA)
  • Associazione condomini bari
  • Associazione nazionale amministratori condominiali
  • Certificato di Prevenzione Incendi
  • Certificazione energetica edifici
  • Regolamento condominiale
  • Unai
Studio Villonio All right reserved 2012 +
Via Fratelli Cervi, 15, 70010 Capurso BA